Monitoraggio Caritas

Monitoraggio Caritas

Introducendo i lavori della 74ª Assemblea Generale della Conferenza Episcopale Italiana (24-27 maggio 2021) »», il presidente della CEI, card. Gualtiero Bassetti, ha messo in risalto gli effetti molto pesanti sulla situazione socio-economica prodotti dalla pandemia, fornendo elementi significativi nella lettura della situazione storica nella quale ci troviamo, a partire da alcuni dati, preziosi nell’approfondimento del “cammino sinodale” alla ricerca di processi generativi per il futuro.

Infografica_bisogni_2021

«Lo raccontano bene – ha sottolineato il cardinale – i dati raccolti dalla Caritas che delineano un quadro con molte ombre: dal 1° settembre 2020 al 31 marzo 2021, le Caritas hanno accompagnato 544.775 persone, in media, 2.582 al giorno. La maggioranza è rappresentata da italiani (57,8%). Quasi una persona su quattro (24,4%) è un “nuovo povero”, ossia una persona che non si era mai rivolta in precedenza alla rete Caritas. Si tratta di 132.717 persone in totale, in media 629 nuovi poveri al giorno. Nel corso di oltre un anno di pandemia si sono rivolti alle Caritas almeno 453.731 nuovi poveri».

Dal monitoraggio diffuso nei giorni scorsi da Caritas Italiana emerge che oltre l’80% delle Caritas diocesane interpellate registra un aumento di situazioni legate ai bisogni fondamentali della persona (il lavoro, la casa, …), ma anche di povertà educativa e di disagio psico-sociale, che colpisce in varie forme soprattutto le donne e i giovani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.